• Pavia:

Sgominata banda italo-albanese dedita allo spaccio di droga: la base in un bar di Belgioioso

14 arresti da parte dei carabinieri di Pavia, Legnano e Casalecchio di Reno hanno sgominato una banda dedita all’importazione di droga e al conseguente spaccio nel pavese e nella zona di Castellanza. Centro di tutto era un bar di Belgioioso, il cui gestore è stato arrestato insieme alla moglie: lì i componenti dell’organizzazione si ritrovavano per stabilire le quantità di stupefacente da acquistare, il prezzo e le modalità di consegna. Solitamente lo scambio di droga avveniva a Broni, anche perché diversi componenti della banda, di nazionalità italiana e albanese, sono residenti in Oltrepò. Le indagini sono durate nove mesi, durante i quali i carabinieri del comando provinciale di Pavia, coordinati dal procuratore Mario Venditti, hanno arrestato in flagranza di reato 7 persone, mentre altre 4 sono state denunciate. Sequestrati 10 chili e mezzo di marijuana, 220 grammi di cocaina e 100 di hashish. L’inchiesta fa seguito all’operazione “Amico Mio”, che aveva portato alla scoperta di un’organizzazione criminale dedita al furto di mezzi pesanti e macchine agricole.  Proseguendo in quel filone di indagine, gli inquirenti hanno scoperchiato lo spaccio di droga che avveniva fra le province di Pavia e Varese. Particolare il caso di uno degli arrestati, già finito in manette in passato: era stato messo agli arresti domiciliari, ma dalla sua casa continuava a spacciare. I carabinieri gli hanno sequestrato oltre quattro chili di marijuana e 50 grammi di cocaina.