• Pavia:

Pontecurone, un morto e un ferito grave nella lite dopo le avances

È finita con un uomo morto e una giovane donna gravemente ferita la disputa tra alcuni cittadini origine marocchina scoppiata ieri a Pontecurone, al confine con Voghera. Omicidio e tentato omicidio sono dunque le accuse con cui i carabinieri, ieri sera, hanno arrestato un marocchino di 34 anni. Sarebbe lui ad aver accoltellato a morte un connazionale di 45 anni, nell’androne di questo palazzo a pochi passi dalla centro del paese. Anche la moglie della vittima, di 28 anni, è rimasta gravemente ferita: nel tentativo di difendere il marito è stata anch’essa raggiunta da alcuni fendenti. Il movente, secondo i carabinieri sarebbe passionale. Il 45enne, accompagnato dalla moglie, si era recato a casa dell'omicida, per chiarire le ragioni degli apprezzamenti non graditi rivolti alla giovane poche ore prima. La discussione è presto degenerata: con un coltello dalla lama lunga venticinque centimetri il più giovane ha colpito il più vecchio, che si è accasciato, perdendo i sensi dopo poco tempo, in una pozza di sangue. L’assassino in un primo tempo ha tentato di scappare, ma poi è rientrato a casa, dove l’hanno trovato i carabinieri, in stato confusionale e ancora sporco di sangue. La giovane donna marocchina è ricoverata in prognosi riservata, ma non è in pericolo di vita.