• Pavia:

Due incidenti mortali nella notte a Cornale e Castellaro. Altro grave schianto in mattinata.

E’ altissimo il tributo di sangue chiesto dalle strade del nostro territorio nelle ultime ore. Sono due le vittime di due diversi incidenti mortali che si sono verificati la scorsa notte. Il primo è avvenuto attorno alle 22.30, a Cornale. Un’auto, guidata da un uomo di 56 anni residente a Cuneo, si è schiantata contro uno degli spartitraffico in cemento posti per evitare l’ingresso dei mezzi pesanti al ponte della Gerola. La vettura era diretta da Casei verso Sannazzaro. Sull’asfalto non sono stati trovati segni di frenata, tra le ipotesi al vaglio nella ricostruzione della dinamica c’è quella del malore. Il luogo, comunque, è da tempo oggetto di polemiche a causa della scarsa illuminazione degli spartitraffico. Ieri sera sul posto sono giunti i medici del 118, che purtroppo non hanno potuto fare nulla per rianimare la vittima. Per rimuovere l’auto dalla carreggiata è stato necessario l’intervento dei vigili del fuoco.

Una dinamica molto più complessa è stata invece quella che ha portato alla morte di un 39enne di origine magrebina, morto alle tre di notte sulla provinciale che da Mede porta verso Valenza. All’altezza di Castellaro l’uomo avrebbe perso il controllo dell’auto, finendo prima contro un muretto e poi ribaltato al centro della strada. A quel punto sarebbe sopraggiunta una seconda vettura, che lo avrebbe investito in pieno. Il 39enne è morto, mentre le tre persone che viaggiavano sull’altra auto sono rimaste quasi illese. Sul posto sono giunti i vigili del fuoco di Mede per mettere in sicurezza la strada.

E purtroppo non è finita qui, perché questa mattina si è verificato un altro incidente. Un’ambulanza che trasportava un paziente che aveva bisogno di un intervento chirurgico urgente è uscita di strada, finendo contro un pilone. Il trasferimento era dall’ospedale di Mede a quello di Alessandria, lo schianto si è verificato alle porte della città piemontese. Il paziente, già in gravi condizioni, è in seguito deceduto. Si tratta di un uomo di 61 anni. Altre tre persone che si trovavano sull’ambulanza sono rimaste seriamente ferite, ma non sarebbero in pericolo di vita.