• Pavia:

Crollo di un balcone nelle “new town” dell’Aquila: Calvi ufficialmente indagato dopo un anno

L’ingegnere pavese Gian Michele Calvi risulta fra gli indagati nel procedimento aperto dalla procura della Repubblica dell’Aquila in merito alla vicenda del crollo di un balcone nelle cosiddette new town costruite dopo il terremoto in Abruzzo nel 2009. Calvi è indagato insieme ad altre 36 persone. Oggi la notifica degli avvisi d’indagine, un anno dopo l’apertura del fascicolo. Il 2 settembre del 2014 crollò un balcone a Cese di Preturo in uno di quei condomini del progetto C.a.s.e. costruiti per dare un’abitazione agli sfollati. Calvi era stato direttore dei lavori. Dopo quel crollo furono sequestrati i balconi di 494 appartamenti sui 4.500 che erano stati realizzati.  Le accuse ipotizzate a vario titolo per i 37 indagati sono di crollo colposo, truffa in pubbliche forniture e una serie di falsi. Nel procedimento sono coinvolti anche altri tre pavesi che avevano collaborato al progetto: gli ingegneri Alessandro Tosello e Alberto Damiani e l’architetto Luca Pagani.