• Pavia:

Ragazzina trovata nuda in strada, l’ambulante accusato di violenza sessuale

E' stato lui, l'uomo che l'ha soccorsa, ad abusare di lei in una zona di campagna mentre la giovane era ancora in stato confusionale. Emergono particolari inquietanti sulla vicenda della diciassette trovata nuda domenica mattina per le strade di Garlasco: la giovane, che abita in provincia di Como, era uscita a notte fonda da una discoteca dove si era appena concluso un evento con centinaia di ragazzi ed era stata trovata quasi senza vestiti da un ambulante 57enne di Candia Lomellina. L'uomo aveva raccontato ai carabinieri di averla soccorsa e portata a fare colazione in un bar di Santa Giuletta. Una versione che però non aveva convinto i militari che nelle scorse ore lo hanno messo sotto torchio. Alla fine il 57enne ha confessato di aver abusato della ragazza: secondo il suo racconto, l'ambulante avrebbe visto la minorenne vagare senza meta vicino ad un autolavaggio, l'ha fatta salire sul suo furgone e si è diretto in aperta campagna dove l'ha costretta ad un rapporto sessuale approfittando dello stato confusionale in cui lei si trovava. Poi ha guidato fino a Santa Giuletta dove ha chiamato il 118 e i carabinieri. Una vicenda agghiacciante ma che presenta ancora molti lati oscuri: gli investigatori stanno cercando di ricostruire la nottata della giovane, di capire con chi abbia trascorso la serata e perchè sia rimasta senza vestiti fuori dalla discoteca. Con tutta probabilità la diciassettenne aveva bevuto molto, fino quasi a perdere conoscenza. Ai carabinieri avrebbe detto di non ricordare nulla di quello che le era successo. Ma proprio sulle ore precedenti al suo ritrovamento si concentreranno ora le indagini degli uomini dell'Arma, che nel frattempo hanno denunciato a piede libero l'ambulante di Candia Lomellina con l'accusa di violenza sessuale su minore.