• Pavia:

Mortara, ufficiale l’aumento della Tasi

Ancora un bilancio lacrime e sangue per il comune di Mortara. Il centro lomellino, anche per via dei mutui contratti nei tempi in cui l’economia era più florida, patisce in modo particolare i tagli statali e le regole del patto di stabilità. Quest’anno la giunta ha deciso per far quadrare i conti di aumentare la Tasi, la cui aliquota si alza di mezzo punto, dal 2,25 al 2,75. Una scelta, dicono gli amministratori, presa per evitare di toccare le detrazioni riservate alle fasce più deboli, ma che da sola non basterà a salvare il bilancio, dato che - ha affermato l'assessore al Bilancio Farina - riuscirà a coprire nemmeno la metà dei tagli statali.

Non è finita qui, perché il patto di stabilità prevede che Mortara chiuda il 2015 in attivo di 1,2 milioni di euro. Cifra attualmente non raggiungibile, a meno che non vengano venduti alcuni terreni e la ex pretura di piazza Guida. Se non si incasserà abbastanza ci si dovrà inventare qualcosa, come i tagli ai servizi. Le opposizioni durante l'ultimo consiglio comunale hanno votato in blocco contro l’aumento della Tasi, chiedendo misure alternative: revisione della spesa e messa in discussione di alcuni servizi.