• Pavia:

Pieve Porto Morone, spacciatore inseguito in centro

Una fuga a folle velocità per le vie del paese, terminato con lo schianto dell'auto dopo un testacoda. Serata movimentata ieri a Pieve Porto Morone dove i Carabinieri di Chignolo Po hanno arrestato un pregiudicato 26enne di origine marocchina al termine di un lungo inseguimento. I militari, impegnati in un servizio di perlustrazione per la prevenzione e repressione dei furti in appartamento, hanno cercato di fermare l'auto con a bordo il malvivente: questi però, alla vista delle forze dell'ordine, ha accellerato bruscamente tentando di seminare la pattuglia. I carabinieri si sono lanciati all'inseguimento, tallonando la Chevrolet del pregiudicato che -tentando una manovra ad alta velocità- è finito in testacoda speronando l'auto dei militari e finendo contro alcune macchine parcheggiate. L'uomo, una volta sceso dalla vettura, ha anche aggredito i carabinieri per cercare di scappare, senza successo: proprio i militari lo hanno peraltro "salvato" dall'intervento di alcuni cittadini che avevano assistito all’accaduto. Il giovane è stato poi perquisito e gli sono stati sequestrati diversi telefoni cellulari, 170 euro in contanti e materiale per il confezionamento di stupefacenti. Il 26enne, subito arrestato, risultava inoltre sprovvisto della patente oltre ad essere gravato da un decreto di espulsione.