• Pavia:

Vigevano, picchiata dal convivente fugge di casa e chiede aiuto ai vigili

Il compagno la picchiava continuamente per futili motivi. Di solito erano pugni, specialmente in testa, ma qualche volta si arrivava addirittura alle cinghiate sulla schiena e alle bastonate con il manico da scopa. Una vita da incubo quella vissuta da una 42enne di origine filippina residente a Vigevano. Il convivente, dopo le violenze, la chiudeva in casa, impedendole di rivolgersi ai soccorsi sanitari o a denunciare quanto avveniva alle forze dell'ordine. Ieri sera, però, la donna è riuscita a scappare di casa, raggiungendo il comando di polizia locale di via San Giacomo. Lì si è presentata attorno alle 22.30, scalza, con ancora addosso i segni delle percosse. Visibilmente agitata, ha raccontato tutto agli agenti, procedendo immediatamente con la denuncia nei confronti del convivente, un 31enne di origine indiana. Mentre la signora veniva trasportata con un'ambulanza al pronto soccorso della clinica Beato Matteo, i vigili si sono velocemente messi sulle tracce dell'uomo: l'arresto in flagranza di reato è possibile solo entro un'ora dal fatto. La polizia locale ha fatto in tempo, il 31enne è stato ritrovato mentre era ancora in casa: gli agenti hanno avvisato il magistrato di turno, che ne ha disposto il trasferimento al carcere di Pavia. La donna invece è tornata a casa: i medici le hanno dato 12 giorni di prognosi.