• Pavia:

Poste, salvo l’ufficio di Zinasco Nuovo

Il sottosegretario agli enti locali di Regione Lombardia Daniele Nava ha annunciato il raggiungimento di un accordo con Poste Italiane per il ridimensionamento del piano di riorganizzazione che prevedeva la chiusura di 61 uffici postali sul territorio regionale. Al tavolo hanno partecipato anche i rappresentanti dell'Unione Province Lombarde. Si salveranno dalla chiusura 15 uffici, fra cui quello di Zinasco Nuovo, per cui era prevista la soppressione. Rimangono invece esclusi dal provvedimento, e si avviano quindi alla chiusura, gli sportelli di Fossarmato (Pavia) e Lambrinia (Chignolo Po). I criteri utilizzati per i salvataggi sono stati l'analisi delle linee di trasporto pubblico, la presenza o meno di uffici bancari nelle stesse località, la distanza rispetto agli uffici postali circostanzi. Nell'ambito del medesimo accordo è stata evitata la riduzione dei giorni di apertura per altri 15 uffici postali lombardi. Il sottosegretario Nava ha definito l'accordo raggiunto "un buon risultato", ma ha nel contempo invitato i parlamentari del territorio a una maggiore vigilanza e attenzione su questi temi.