• Pavia:

San Matteo, si stabilizzano 40 precari ma rischiano di saltare le altre assunzioni

L'ultimo incontro tra azienda e sindacati non è stato confortante. Il policlinico San Matteo si prepara al periodo estivo con qualche garanzia e molte incognite. Le buone notizie arrivano soprattutto per i precari che lavorano in ospedale: l'amministrazione ha comunicato di aver proceduto alla stabilizzazione di una quarantina di lavoratori, nella fattispecie quaranta operatori socio sanitari, 1 ostetrica e 1 infermiere pediatrico. E' stato inoltre sottoscritto il progetto GAS per far fronte all’emergenza estiva a garanzia degli standard assistenziali e dei periodi di ferie del personale del comparto. Ma a preoccupare è soprattutto il piano assunzioni: la regione ha annunciato un taglio di un milione e mezzo di euro per l'ospedale pavese, conseguenza estrema delle direttive del governo sul taglio dei posti letto. Il rischio è che a subirne le conseguenze siano i lavoratori, visto che la mancanza di nuovi fondi potrebbe impedire la sostituzione del personale in maternità o che andrà in pensione. Il policlinico sta preparando un documento da presentare ai sindacati il prossimo 26 giugno: in vista del nuovo incontro, le parti sociali hanno chiesto di procedere alla sottoscrizione di un accordo che responsabilizzi l’amministrazione a garantire gli standard assistenziali e la sicurezza degli operatori.