• Pavia:

Badante violenta di Rocca Susella, l’avvocato lascia la difesa

Un altro avvocato ha rinunciato alla difesa, ed è così slittata la sentenza nei confronti della badante ucraina di Rocca Susella finita al centro di diversi episodi di cronaca. La donna, che attualmente si trova agli arresti domiciliari a Vigevano, ha ricevuto più di 30 querele. Le presunte vittime hanno raccontato di una persecuzione fatta di anni di minacce, aggressioni con bastone e fucile ad aria compressa, nonché spogliarelli improvvisati alla finestra della sua abitazione. Ieri era attesa la sentenza del processo che si sta svolgendo ai suoi danni, ma, come detto, il suo avvocato difensore ha abbandonato l’incarico, provocando un rinvio. Non è la prima volta che accade in questa intricata vicenda. La nuova data per la conclusione del processo è stata fissata al 10 luglio.