• Pavia:

Nomine PD: Redi al San Matteo e Pezza a Pavia Acque?

Ancora pochi tasselli ed il grande puzzle del Pd avrà tutte le tessere al loro posto. Un gioco di incastri che dovrebbe portare innanzitutto il professore Carlo Alberto Redi, presentato dal capogruppo dimissionario Ottini, a rappresentare il comune all'interno del cda del Policlinico San Matteo. Una scelta dettata anche dalla possibile incompatibilità del consigliere democratico Matteo Pezza, favorito della prima ora per l'incarico. Dopo aver accarezzato e poi visto sfuggire la segreteria cittadina, per l'avvocato pavese si chiuderebbero dunque anche le porte del Policlinico. Ma questa volta non rimarrà con il classico cerino in mano. Per lui sarebbe infatti pronto un posto nel cda di Pavia Acque, l'azienda che gestisce il servizio idrico provinciale, al posto Pietro Bianchi, dipendente di Asm insediato nel settembre del 2013. Una incarico che garantirà a Pezza 900 euro lordi al mese, cifra decisamente lontana dai 33mila euro annui elargiti dal cda del San Matteo. Resta aperta invece la posizione per il prossimo capogruppo del Pd in consiglio comunale dopo l'annuncio delle dimissioni da parte di Davide Ottini. Nonostante i no comment  il nome del consigliere Giovanni Magni resta tra i favoriti anche se non va scartata l'ipotesi della linea rosa a guidare il nutrito gruppo democratico a Palazzo Mezzabarba. L'ultimo tassello ancora da sistemare nel quartier generale di via Taramelli.