• Pavia:

San Matteo, per la Regione Ettore Filippi è “decaduto”

Le dimissioni sono da ritenersi irrevocabili ed Ettore Filippi risulta decaduto a tutti gli effetti dalla carica di consigliere d'amministrazione del San Matteo. Dopo mesi d'attesa Regione Lombardia ha espresso il proprio parere rispetto alla querelle nata attorno al passo, successivamente revocato, dell'ex vicesindaco di Pavia. Nella seduta successiva alle dimissioni Ettore Filippi non è stato convocato e tanto basta a considerarlo definitivamente decaduto: questa la posizione messa nera su bianco dal Pirellone ed inviata al presidente del policlinico Moneta. Un parere che rafforza dunque la posizione del Comune di Pavia, protagonista nelle ultime settimane di un autentico braccio di ferro con l'ex consigliere Filippi, pronto ad impugnare l'ormai prossima nomina del sindaco Depaoli. Nel giro di poche ore la poltrona del Mezzabarba all'interno del cda del San Matteo dovrebbe avere un nuovo occupante. Resta forte la scelta, politica, che porta al nome di Matteo Pezza, presentato dalla corrente cattolica del Pd e fin dal primo momento considerato uno dei favoriti per la decisione finale. Ma non va trascurata la pista che porta al biologo Carlo Alberto Redi, caldeggiato dal capogruppo Ottini. Una scelta di primo livello che offrirebbe però una connotazione non politica alla rappresentanza del comune nel policlinico, almeno fino alla scadenza del prossimo mese di dicembre.