• Pavia:

Detenuto ai domiciliari massacra di botte la compagna

Ha riempito di calci e pugni la convivente di 44 anni in seguito ad un banale litigio, spedendola al pronto soccorso. Ma la cosa incredibile è che l'uomo, un 41enne di Cura Carpignano, da qualche giorno stava scontando proprio a casa della donna gli arresti domiciliari, disposti dal giudice per reati legati agli stupefacenti. Il pestaggio è avvenuto ieri sera in un'abitazione di Albuzzano: ancora da chiarire i motivi del litigio tra i due, quel che è certo è che il 41enne ha perso completamente la testa, aggredendo con violenza la compagna. Lei, ferita, ha dovuto richiedere l’intervento del 118 e ha chiamato anche i carabinieri. I militari della stazione di Belgioioso hanno arrestato l'uomo in flagranza di reato con l'accusa di lesioni volontarie gravi: processato per direttissima, difficilmente gli sarà consentito di tornare nell'abitazione della convivente. La donna è finita invece in ospedale e si trova ancora in prognosi riservata, anche se non sarebbe in pericolo di vita.