• Pavia:

Comprava materiali edili per poi rivenderli e dichiarare fallimento senza pagare

L'aveva fatto diverse volte questo giochetto, con società di Voghera e Busto Arsizio, ma ora per lui si sono aperte le porte del carcere. Gli accertamenti dei carabinieri sono andati a verificare fatti avvenuti fra il 1996 e il 2008, quando un 75enne di Zinasco aveva comprato materiali edili per milioni di euro, per poi non pagare i fornitori e dichiarare fallimento. A far scoprire il trucco agli inquirenti sono stati i movimenti della Itali Impianti srl, prestigiosa azienda di Busto Arsizio che lo zinaschese aveva acquistato quando era ormai prossima al fallimento. Sfruttando il buon nome che la società aveva avuto fino a quel momento, il 75enne aveva acquistato materiali per somme nell'ordine dei milioni di euro, ritirando la merce e predisponendo mezzi di pagamento a lunga scadenza. Il materiale veniva velocemente venduto, in modo da eludere eventuali procedure di recupero crediti, e l'azienda veniva dichiarata fallita. Un procedimento che l'uomo avrebbe attuato in più occasioni, ma che è adesso è diventato la causa della sua detenzione al carcere di Torre del Gallo.