• Pavia:

Staminali per salvare il cuore: una scoperta dell’Università di Pavia

Una ricerca che pone le basi per innovative terapie per la cura dell'infarto miocardico: si tratta di cellule staminali derivate dalla placenta che possono salvare il cuore. La scoperta arriva dall'università di Pavia, dall'equipe diretta dal cardiologo Massimilano Gnecchi. Un metodo che non comporta problemi di carattere etico, in quanto le cellule verrebbero prelevate dalla placenta, un organo che dopo il parto diventa di fatto uno scarto. Queste cellule, grazie alla loro velocità di riproduzione, possono produrre più molecole che favoriscono la formazione di vasi sanguigni indispensabili a nutrire il tessuto del cuore. Il gruppo pavese è riuscito addirittura a dimostrare che la sola somministrazione delle molecole prodotte da queste cellule riduce il danno da infarto e migliora la funzione del cuore in modello animale. Inoltre, i ricercatori pavesi hanno dimostrato che modificando le cellule staminali mediante piccole molecole chiamate microRNA è possibile migliorarne la loro capacità di differenziare in cardiomiociti, i mattoni che costituiscono il cuore.

I risultati dello studio sono stati riportati dalla prestigiosa Stem Cells.