• Pavia:

Furti e spaccate tra alessandrino e Oltrepò, 7 arresti

Alessandria. Sono accusati di una lunga sequela di furti nel pavese e nell’alessandrino, per un bottino totale di oltre 300miia euro: migliaia di litri di gasolio, costosi profumi, ori e preziosi che venivano fusi “al volo” per depistare le indagini. 7 persone in tutto, 6 rumeni e 1 italiano, i componenti della banda arrestati martedì mattina all’alba dagli uomini della Squadra Mobile di Alessandria: 4 sono in carcere e 3 agli arresti domiciliari con l’obbligo di firma. Oltre a decine di furti nel territorio alessandrino, i predoni dell’est europeo, che usavano auto rubate come ariete per sfondare le vetrine dei negozi, avrebbero colpito spesso e volentieri anche in Oltrepò Pavese, in particolare, sarebbero i responsabili di alcune delle spaccate all’ingrosso di profumi Cash & Carry Pedretti di Voghera. Un gruppo sfuggente e "liquido" nella vita di tutti i giorni, ma estremamente compatto nell’azione criminale. Secondo la polizia il branco entrava in azione di notte, sempre col volto coperto e con violenza inaudita: una vera e propria banda organizzata che incuteva paura e insicurezza sul territorio. Dopo i colpi, i 6 rumeni e l’italiano si dividevano per far perdere le tracce e la merce rubata finiva in casolari abbandonati in aperta campagna. All’operazione, coordinata dal capo della Squadra mobile di Alessandria Mario Paternoster, hanno partecipato oltre 50 uomini dalla polizia piemontese e dal pavese.