• Pavia:

Luca Filippi deve rimanere in carcere

Il tribunale del riesame ha respinto la richiesta dell'avvocato di Luca Filippi per una sua scarcerazione o concessione degli arresti domiciliari. L'ex presidente di Asm Lavori è inquisito con le accuse di corruzione, peculato e induzione indebita a dare o promettere utilità. Il suo difensore aveva già fatto richiesta al gip per un allentamento delle misure cautelari, che era stata respinta. Ora è arrivato un dispositivo dello stesso tenore da parte del tribunale del riesame, che si era riunito una prima volta lo scorso 5 marzo riservandosi la decisione. Filippi era stato arrestato il 16 di febbraio, nell'inchiesta compaiono altri indagati.