• Pavia:

Brega Massone, prima condanna confermata dalla Cassazione

E' stata confermata anche dalla Cassazione la condanna a 15 anni e mezzo di carcere per Pier Paolo Brega Massone, l'ex primario di Chirurgia toracica della clinica milanese Santa Rita. Il chirurgo pavese sta già scontando la condanna all’ergastolo per omicidio volontario di quattro pazienti; la sentenza emessa ieri sera si riferisce invece all’accusa di lesioni nei confronti di circa un’ottantina di pazienti e di truffa al Servizio sanitario nazionale. Con questa decisione, la prima sezione penale della Cassazione, ha reso definitiva la condanna emessa dai giudici di secondo grado il 6 novembre 2013, nel processo di appello bis disposto dalla Suprema Corte nel giugno dello stesso anno. Sia nel primo processo di appello che nel secondo, la determinazione della pena è rimasta invariata. La vicenda della casa di cura Santa Rita era emersa nel giugno del 2008, con gli arresti da parte della Guardia di Finanza di 13 medici, tra i quali tre chirurghi, e il titolare della clinica privata Francesco Pipitone, che ha già patteggiato 4 anni e 4 mesi di reclusione per truffa aggravata.