• Pavia:

E’ omosessuale e non gli rinnovano la patente, esposto a Pavia

Dichiara di essere omosessuale durante la visita medica e si vede negare il rinnovo della patente. Una vicenda ancora tutta da chiarire quella che vede coinvolto un ragazzo pavese di 29 anni: il giovane si è rivolto ad Agitalia, l'associazione legale per la giustizia in Italia, per fare luce su un atto di possibile discriminazione. La vicenda inizia quando il 29enne fa domanda per il rituale rinnovo della patente di guida civile di tipo 'B': lo scorso 11 dicembre si sottopone a una visita presso l'Asl di competenza e al medico, durante il colloquio, dichiara di essere omosessuale. Dopo l'esame medico legale "ed a seguito di atto interno della Motorizzazione Civile di Milano, la prefettura di Milano nega il rinnovo della patente sostenendo che il ricorrente non aveva più i "requisiti psicofisici richiesti" per l'idoneità alla guida". Nel ricorso presentato da Agitalia, l'associazione parla di "assoluta infondatezza, anche di merito, dell'asserzione avallata dalla Prefettura." Il ragazzo, in passato, era stato escluso per inidoneità all'uso delle armi dal concorso di agente di polizia, ma al momento della visita medica non risultava affeto da alcuna patologia di rilievo che potesse in qualche modo interferire con la capacità di guidare". Un possibile caso di discriminazione sul quale si dovrà ora esprimere un tribunale.