• Pavia:

Malati per l’amianto, più vicina la pensione

Dopo la richiesta dell'associazione Avani, nelle scorse ore il senato ha approvato un emendamento a favore dei lavoratori che sono stati esposti all'amianto durante la propria vita lavorativa. Grazie all'interessamento di Avani e del senatore pavese Luis Alberto Orellana il termine per la richiesta per ottenere il prepensionamento, scaduto lo scorso 31 gennaio, è stato prorogato al 30 giugno prossimo. Ci sarà quindi ancora la possiblità di chiedere la pensione anticipata per i malati di patologie riconducibili all'amianto, e permettere loro di abbandonare il lavoro per curarsi. Tecnicamente il coefficiente per il calcolo dei contributi versati passa da 1,25 a 1,50. I centri di assistenza fiscale e le associazioni per le vittime dell'amianto sono a disposizione per ulteriori chiarimenti in merito.