• Pavia:

Vigevano, stalker denunciato dalla polizia

Da oggi non potrà avvicinarsi e nemmeno intrattenere qualsiasi tipo di rapporto telefonico con la ex compagna e la figlia di quest’ultima. Questo è quanto hanno notificato gli uomini del commissariato di Vigevano a un 55enne che da alcuni mesi praticava dello stalking nei confronti delle due donne. Dispetti, pedinamenti fino ad arrivare persino alle minacce di morte: il 55enne non riusciva a rassegnarsi alla fine della relazione tra lui e una 59enne vigevanese. Relazione durata circa sette anni, ma quando i rapporti tra i due sono giunti al termine la donna ha allontanato l’uomo dalla casa, abitazione di proprietà di lei che necessitava di ospitare la figlia 33enne.  Lui inizialmente ha opposto resistenza, trovandosi senza un lavoro, ma poi è stato costretto ad abbandonare la casa. Da questo momento sono iniziati gli atti persecutori nei confronti della ex, che è stata costretta a modificare le proprie abitudini quotidiane e gli orari di lavorio per evitare di incrociarlo sulla strada. Nulla in confronto alla minacce di morte che l’uomo ha rivolto alla 59enne e alla figlia di quest’ultima a cui aveva intimato: "ammazzo tutte e due". A seguito di indagini capillari gli agenti di polizia coordinati dal vice questore Anna Leuci, hanno posto fine all’incubo delle due donne, denunciando il 55enne per atti persecutori e notificandogli il divieto di avvicinamento.