• Pavia:

“Sto creando un reality sulla droga”: denunciato a Vigevano

E’ stato sorpreso con della sostanza stupefacente e le sue prime parole per giustificarsi di fronte alle domande dei carabinieri sono state: “Sto raccogliendo dati per creare un reality educativo sui giovani e il mondo della droga”. Così uno studente universitario di psicologia 21enne si è giustificato quando i carabinieri di Vigevano lo hanno controllato all’esterno di un bar  del centro ducale a bordo della propria autovettura. Il ragazzo possedeva con sé 5 grammi di hashish e 12 di marijuana, nonché una cifra in contante di 500 euro. Il giovane è stato dunque denunciato per detenzione ai fini di spaccio, nel medesimo contesto uno studente di economia è stato invece segnalato alla Prefettura di Pavia, come consumatore. I due universitari, per cui i Carabinieri di Vigevano stanno svolgendo ulteriori accertamenti investigativi, si sono giustificati dicendo di essere impegnati in un esperimento didattico, per il proprio percorso di studi, al fine di raccogliere dati sull’uso delle sostanze stupefacenti tra i giovani e le reazioni emotive che questo comporta senza tralasciare anche gli aspetti di carattere economico del mondo della droga. Il desiderio del giovane studente di psicologia in particolare, sarebbe quello di riuscire a raccogliere materiale utile per poi creare un “reality educativo” sui disagi giovanili per la televisione.