• Pavia:

Vigevano, sparo durante inseguimento di una banda di truffatori

Un colpo di pistola all’incrocio tra viale dei mille e corso Torino ed è il delirio. Un corri corri generale di persone che non riescono a spiegarsi quanto sta accadendo.

A schiacciare il grilletto sarebbe stato un carabiniere in borghese, durante un rocambolesco inseguimento di un’auto di malviventi. E’ successo intorno alle 11 di mattina sotto gli occhi spaventati di decine di passanti e commercianti. I militari della stazione di Vigevano poco prima avevano sorpreso un uomo che stava tentando di truffare una 82enne, vicino a lui un’auto con a bordo tre individui: il truffatore alla vista dei militari è fuggito a piedi mentre gli occupanti del veicolo hanno iniziato una corsa a folle velocità per le vie del centro, non prima di aver rischiato di investire gli stessi carabinieri. Dopo manovre spericolate, dopo aver danneggiato alcuni specchietti di autovetture parcheggiate lungo l’itinerario e dopo aver attraversato due incroci semaforici con luce rossa, i militari sono riusciti a bloccare, grazie all’ausilio di una nuova pattuglia che proveniva da direzione opposta. I malviventi sono fuggiti a piedi abbandonando l’auto in corso Torino.

La successiva perquisizione del veicolo, risultato intestato ad una 50enne di etnia sinti, pregiudicata e residente in un campo nomadi di Asti, ha permesso di rinvenire, alcuni arnesi da scasso, un flessibile ed alcune radiotrasmittenti modello walkie-talkie oltre ad uno scanner sintonizzati sulle frequenze delle forze di polizia di Vigevano e Milano, nonché una bomboletta di gas narcotizzante e paralizzante in dotazione ai reparti militari della NATO.  I Carabinieri ritengono che si tratti di componenti di una banda di nomadi che negli ultimi tempi si sono resi autori di alcune truffe ai danni di anziani a Vigevano e in altri centri della Lomellina, fingendo di essere tecnici addetti al controllo delle tubature idrauliche, della luce, del gas o della rete idrica.