• Pavia:

Pavia,no al progetto moschea:polemiche in consiglio

La moschea a Pavia e gli attentati a Parigi, la rabbia di chi non riconosce un islam moderato quella di chi invece vorrebbe maggior equilibrio e meno reazioni d’istinto davanti ad argomenti così delicati. Tutto nello stesso calderone. Quella che sarebbe dovuta essere un’assemblea pubblica dedicata alla possibilità di costruire un luogo di culto in città si è quindi trasformata in un vero e proprio scontro ideologico .Idee forti, giudizi netti che hanno legato (a sproposito, per i rappresentanti della maggioranza) i fatti di Parigi con il progetto di una moschea da realizzare a Pavia ovest. Tema che tanto ha fatto discutere e diviso nelle ultime settimane. Progetto fantomatico, come ribadito anche nella sede del consiglio comunale dal sindaco: nessuna documentazione è stata protocollata in comune e la linea dell’amministrazione non lascia spazio comunque a dubbi. La moschea, a Pavia, non si farà. Una posizione ampiamente condivisa tra gli scranni del Mezzabarba. Tra i favorevoli alla costruzione di un luogo di culto per la comunità islamica pavese, i soli consiglieri Campanella, Furini e Lissia del Pd e Polizzi del movimento 5 stelle.Il consigliere Ottini, protagonista di una presa di posizione forte nei giorni scorsi sul tema moschea, ha tenuto a ribadire che il caso è ampiamente rientrato. Pace sancita con il partito dal rinnovo della tessera.Tagliente invece il consigliere Furini che al teorema della moschea identificata come luogo di reclutamento per potenziali martiri proprio non vuole credere.