• Pavia:

Pavia, crisi Merck: importante tavolo in Prefettura

Nella trattativa per il salvataggio della Merck di Pavia il tempo torna ad essere un fattore chiave. Dopo la marcia indietro del gruppo Zambon proseguono gli incontri istituzionali per cercare di studiare una strategia comune che permetta di salvare l’ultima fabbrica del capoluogo e preservare più di 180 posti di lavoro. I vertici della Merck hanno confermato l'intenzione di mantenere aperto il presidio fino ad Aprile 2015: nel frattempo la multinazionale americana continuerà la ricerca di un nuovo acquirente per il polo di via Emilia, in attesa del tavolo di crisi al ministero dello Sviluppo economico che non verrà convocato però prima di metà dicembre. I lavoratori in questi mesi potranno comunque contare sull'accordo di cassa integrazione straordinaria firmato tra Merck e sindacati e il piano di incentivazione che garantisce il versamento di diverse mensilità. Misure certamente utili per tamponare l'emergenza, anche se le sigle sindacali ricordano che la priorità è comunque trovare un nuovo acquirente.