• Pavia:

Regione,rimpasto: per Ciocca ipotesi agricoltura e casa

Tra l’agricoltura e la Casa: metaforicamente parlando si potrebbe dire che Angelo Ciocca sia in attesa sulla porta d’ingresso in attesa di sapere che ne sarà del suo futuro in Regione Lombardia. Queste le due deleghe accostate al consigliere leghista fin dallo scorso mese di giugno. Ieri il vertice tra i forzisti Gelmini, Toti ed il capogruppo Pedrazzini con Maroni, venerdì prossimo il faccia a faccia tra il governatore ed il presidente Berlusconi: i passaggi formali tra gli alleati di governo che segneranno il tanto atteso rimpasto. Sarà la cena di Arcore a mettere definitivamente al loro posto i nomi che da tempo si rincorrono nel toto giunta. Accreditato da diverse settimane all’assessorato alla Casa al posto della forzista Bulbarelli, nelle ultime ore per Ciocca è tornata di strettissima attualità l’agricoltura al posto del leghista Fava. La prima ipotesi accostata al consigliere pavese ed anche la più gradita, secondo quanto filtra dai suoi collaboratori. Ad ogni modo entro la fine della settimana il quadro sarà finalmente delineato per la nuova giunta ed anche per Ciocca, in attesa di conoscere il suo futuro tra l’agricoltura e la casa.