• Pavia:

Maugeri,piano di rilancio:spunta ipotesi nuovi investitori

Potrebbero esserci nuovi investitori disposti a intervenire economicamente per risanare i conti della Maugeri. L'indiscrezione è trapelata oggi nel corso dell'incontro tra i sindacati e la dirigenza della Fondazione: il nuovo presidente, il professor Gualtiero Brugger, ha illustrato un piano di rilancio con alcuni elementi di novità per quanto riguarda i dipendenti. Prospettive diverse da quelle indicate alcune settimane fa, che prevedevano un semplice taglio degli stipendi per i dipendenti. I nuovi investitori, a quanto si è potuto apprendere, sarebbero disposti a mettere mano al portafogli a patto che -e questo è il grosso punto di domanda sul quale i sindacati dovranno lavorare- la fondazione abbassi i costi del lavoro. Quali strade bisognerà intraprendere per raggiungere l'obbiettivo resta ancora da capire, ma le parti sociali hanno espresso moderata soddisfazione per l'incontro di questa mattina. Altra buona notizia riguarda la riapertura della trattativa per il comparto della dirigenza medica, che si era interrotta alcuni giorni fa. Una riapertura positiva per i lavoratori, che rischiavano di veder scattare in tempi rapidi il cambio di contratto, da quello della sanità pubblica a quello della sanità privata. Si tornerà a parlarne nel prossimo incontro tra dirigenza e sindacati, previsto per il 12 di novembre, nel corso del quale verranno analizzate le possibili alternative anche per il comparto sanità, che riguarda infermieri e operatori sanitari. Il 31 ottobre la Fondazione aveva presentato al tribunale di Pavia la richiesta di concordato preventivo per la ristrutturazione del debito: un atto pensato per trovare un accordo con i debitori per dilazionare o ridurre il pagamento ed evitare così il fallimento. Un concordato che permette comunque all'azienda di proseguire l'attività della clinica.