• Pavia:

Stradella, violenze a ex moglie: condannato a 8 anni

Leggeva versetti del Corano e poi la picchiava: “Devi comportarti da brava musulmana”. Una storia a tinte fosche, fatta di violenze continue, minacce, soprusi, umiliazioni, fino a che lei, ex moglie dell’uomo, ha trovato la forza di denunciarlo ai carabinieri. Oggi in tribunale a Pavia la sentenza: 8 anni di reclusione e 20mila euro di provvisionale. Secondo i giudici, Abdelkader Mabruk, marocchino di 45 anni residente a Stradella, arrestato a febbraio per stalking, minacce, lesioni e violenza sessuale aggravata, sapeva quello che stava facendo. La tesi difensiva sostenuta dall’avvocato Barbara Bertoni, che ha già annunciato ricorso in appello, sosteneva infatti che Mabruk fosse in preda a una sorta di delirio, convinto, attraverso le violenze, di poter liberare la moglie dalla stregoneria. Una situazione psicologica complessa aggravata dopo la nascita di un figlio affetto da una grave malattia. Il consulente di parte aveva infatti parlato di un crollo psicologico che lo aveva spinto a rifugiarsi nelle credenze popolari per giustificare quello che era successo al figlio. Ma i giudici hanno ritenuto che potesse affrontare il processo: Mabruk era capace di intendere e volere quando faceva violenza sulla donna. Oggi la sentenza: 8 anni di reclusione. L’uomo, già in carcere da febbraio, resterà dietro le sbarre.