• Pavia:

Pavia,ordinanza comunale: orari ridotti per giocare alle slot

Il giro di vite annunciato nelle scorse settimane è ufficialmente arrivato. Con l’ordinanza firmata dal sindaco Depaoli la limitazione all’accensione delle slot in pubblici esercizi e sale giochi è a tutti gli effetti operativa. Una finestra giornaliera di otto ore, dalle 10 alle 13 e dalle 18 alle 23, per tutelare giovani ed anziani, le fasce considerate più a rischio. Gli studi effettuai dal Movimento NO Slot e dall’Asl di Pavia, del resto, confermano la piaga del gioco d’azzardo come una patologia in forte ascesa sul territorio cittadino. Più di 700 le persone che hanno chiesto aiuto nel corso dell’ultimo anno alla Casa del Giovane mentre sono stati 90, nel 2013, i casi presi in cura dal dipartimento dipendenze dell’asl pavese con un incremento del 22% rispetto all’anno precedente. Cresce il numero dei malati ma anche della presenza delle macchinette mangiasoldi. 1 ogni 104 abitanti nel 2013 a fronte del rapporto 1 a 136 del 2012. Numeri impietosi che ribadiscono Pavia ai vertici di questa triste graduatoria. La limitazione oraria, con multe da 25 a 500 euro per i trasgressori, rappresenta un primo importante passo ed un risultato a lungo auspicato anche da Sel che ha recentemente sostenuto la delibera di iniziativa popolare per l’adesione al manifesto dei sindaci contro il gioco d’azzardo.