• Pavia:

Pavia, Asm: domani importante cda

Se n’è andato sbattendo la porta in faccia alla vecchia maggioranza di centrodestra. Nella sua lettera di dimissioni dal cda di Asm Luca Filippi ha voluto togliersi il più classico sassolino della scapra evidenziando le difficoltà di rapporti con la giunta guidata da Alessandro Cattaneo. Mancanza di appoggio politico e di condivisione di linee guida, in primis sulla valorizzazione di line, le principali critiche. Autentiche bordate alle quali l’ex sindaco, impegnato nelle scorse ore in un incontro pubblico con militanti e simpatizzanti, ha preferito rispondere gettando acqua sul fuoco. E in effetti, in queste ore le trattative sono febbrili sia in casa Pd che Lega nord. Da un lato i vertici dei democratici stanno infatti tentando di convincere il proprio consigliere in asm, il bosoniano Alberto Artuso, a rassegnare le dimissioni per far saltare l’intero banco, anticipando così di qualche mese il rinnovamento della governance della municipalizzata pavese. Dall’altro, però, il Carroccio non resta fermo: i contatti delle ultime ore hanno definito la linea che verrà adottata dal presidente Chirichelli. Bocche cucite, almeno per il momento, anche se il cda di asm fissato per domani, fanno sapere da via Franchi, dovrebbe risultare uno spartiacque decisivo per il futuro del consiglio d’amministrazione pavese.