• Pavia:

Pavia, Maugeri: assemblea dei lavoratori

C'è più delusione che rabbia tra i lavoratori in assemblea alla Maugeri di Pavia. La proposta avanzata dai dirigenti dell'ente per risanare i conti della fondazione ha incontrato il no secco dei sindacati, ma per chi lavora all'interno della clinica si tratta dell'ennesima spada di damocle dopo un periodo già difficile.
L'azienda ha prospettato una riduzione delle ferie, straordinari non retribuiti ma recuperati in ore di riposo e il taglio di tutte le indennità del contratto integrativo. Per i sindacati così sarebbero previste solo riduzioni degli stipendi per un totale di circa 19 milioni di euro, senza un vero risparmio aziendale. Le sigle sindacali hanno chiesto le dimissioni del consiglio di amministazione e attendono di vedere il piano industriale che dovrebbe venire presentato il prossimo 22 ottobre. I lavoratori sono disponibili a fare sacrifici, dicono i rappresentanti sindacali, a patto però che ci siano prospettive di rilancio per il futuro. I sindacati chiedono anche la reversibilità dei provvedimenti eventualmente presi nella fase di contrattazione e annunciano che i piani di riorganizzazione non contenuti nel piano industriale non verranno presi in considerazione. La trattativa, come ripetuto più volte, è decisamente complicata: le prossime settimane saranno utili per capire che spazio di dialogo ci sia tra le parti e non è escluso che i sindacati possano promuovere lo stato di agitazione.