• Pavia:

Summit provinciale di Forza Italia: ecco le ultime novità

Abelli come traghettatore di Forza Italia fino ad una nuova ed auspicata stagione congressuale: l’idea lanciata da Giovanni Alpeggiani all’ultima riunione di Forza Italia a Voghera è durata giusto il tempo di completare la frase. Niente da fare la replica del Faraone che ha comunque voluto mettere in chiaro le cose: “All’interno del partito contiamo solo io e Cattaneo” queste più o meno le parole utilizzate da Abelli durante il summit forzista che ha coinvolto una delegazione pavese, una vigevanese e, ovviamente i padroni di casa di Voghera. Non è passata inosservata poi la presenza proprio di Alpeggiani, rappresentante del Nuovo Centrodestra e uomo di primo piano della politica oltrepadana: sempre in prima fila quando si tratta di cucire rapporti al di là del Po. Con le elezioni comunali di Vigevano e Voghera alle porte Forza Italia prova dunque a rialzarsi ed il ruolo di commissario provinciale del partito resta un interrogativo aperto a livello locale. Incarico che Mariastella Gelmini avrebbe voluto affidare a Cattaneo, si dice tra i corridoi del centrodestra, per affossarlo definitivamente in caso di tracollo nelle due città. Ma l’ex sindaco ha comunque rifiutato l’impegno a causa di un’agenda fitta di appuntamenti in giro per l’Italia. L’ipotesi più plausibile resta quindi Antonio Bobbio Pallavicini, indicato dai pavesi direttamente a Gelmini in un incontro privato delle scorse settimane. Nome su cui il coordinatore regionale non sarebbe convinta al 100% vista la sua vicinanza con l’ala fittiana del partito. Situazione tutt’altro che limpida, dunque, come spesso accaduto all’interno del partito negli ultimi anni. Resta infine da trovare un punto dì incontro con Carlo Belloni e Vittorio Pesato: altre due correnti di rilievo all’interno di Forza Italia assenti all’incontro delle scorsa sera.