• Pavia:

Fotoreporter pavese ucciso in Ucraina: premio internazionale

Un riconoscimento per il suo impegno in difesa dei diritti umani e della libertà di stampa. Andrea Rocchelli, il fotoreporter pavese ucciso il 24 maggio scorso vicino a Sloviansk, l'ex roccaforte dei filorussi nell'Ucraina dell'est, è stato insignito del premio Kamerton, intitolato ad Anna Politkovskaia. Il riconoscimento è stato consegnato ieri sera ai famigliari durante un'affollata cerimonia a Mosca in occasione di un concerto di beneficenza al Conservatorio. Assieme a Rocchelli è stato premiato anche il freelance russo Andrei Mironov, suo interprete in Ucraina, anch'egli colpito dal fuoco dei mortai in quel drammatico 24 maggio. "Ora il nome di Anna Politkovskaja li unisce, come li ha uniti la violenza che ne ha spento le voci", così Lucia Rocchelli, la sorella di Andrea, ha voluto ricordare a Mosca il fratello auspicando che i colpevoli della sua morte vengano puniti ma anche che "i media tornino ad investire su un di giornalismo di tipo genuino" basato su fonti dirette e su verifiche sul posto