• Pavia:

Asm lavori, parla Depaoli: “Necessari altri segnali”

Le risposte fornite dai dirigenti ancora non bastano: è Massimo Depaoli a prendere la parola il giorno dopo l’assemblea straordinaria convocata sul controverso caso di Asm Lavori. Momento di confronto dovuto a seguito delle dimissioni dell’amministratore unico Maurizio Lazzari e, soprattutto, della scoperta del buco da 490mila euro nel bilancio. La direzione intrapresa, secondo il sindaco, è quella giusta: riportare l’azienda alla sua vocazione originaria, ovvero l’attività edile, è certamente un primo passo importante. Ciò che preoccupa l’amministrazione è invece l’assenza, al momento, di cifre certe e di un piano industriale a sostegno del rilancio dell’azienda. Se ne riparlerà mercoledì prossimo, quando in via Donegani, tornerà a riunirsi il consiglio d’amministrazione dell’azienda. Appuntamento cruciale per conoscere anche il successore di Maurizio Lazzari alla guida del ramo Lavori. Si procederà ad una scelta interna e, secondo voci provenienti dall’azienda, dovrebbe essere Donato Scova il prescelto anche se restano d’attualità i nomi di Piero Antoniazzi e Marcello Rainò.