• Pavia:

Bancarotta fraudolenta, arrestato ex proprietario Italcantieri

Gli uomini della guardia di finanza lo hanno rintracciato e arrestato in un ristorante di Reggio Emilia, città dove vive e dove gestisce una società immobiliare. L'uomo,  Giuseppe Ruggieri un 55enne originario di Cutro in provincia di Crotone, secondo le indagini investigative avrebbe condotto al fallimento la società Italcantieri Spa di Lacchiarella, svuotandone il patrimonio societario e creando un passivo di oltre 74 milioni di euro. Tutto grazie a false fatturazioni, false comunicazioni sociali e finanziamenti ottenuti da istituti bancari simulando contratti di leasing relativi a macchinari in realtà mai acquistati. Un sistema che gli avrebbe permesso di guadagnare circa 10 milioni di euro in maniera del tutto illecita. Sul fallimento della Italcantieri la procura di Pavia aveva poi aperto un'inchiesta: nelle scorse ore il giudice per le indagini preliminari Erminio Rizzi ha emesso il provvedimento restrittivo nei confronti dell'imprenditore al quale vengono contestati i reati di bancarotta fraudolenta e false comunicazioni sociali. Ruggieri, personaggio molto conosciuto a Reggio, sia per il suo ruolo di imprenditore sia per la passione calcistica (era stato presidente dello Spezia Calcio), per sottrarsi alla cattura avrebbe tentato di far perdere le proprie tracce trasferendo la propria residenza addirittura in Kazakhstan. In realtà continuava a vivere in Italia, proprio a Reggio Emilia, dove i finanzieri lo hanno infine trovato ed arrestato.