• Pavia:

Santa Rita, ergastolo per Brega Massone

E' stato condannato all'ergastolo il chirurgo pavese Pier Paolo Brega Massone, ex primario di chirurgia toracica della clinica Santa Rita.

I giudici della prima corte Corte d'Assise di Milano hanno condannato Brega Massone al massimo della pena per la morte di quattro pazienti. L'ex primario era già stato condannato a 15 anni e mezzo di carcere per lesioni e truffa nel primo filone del procedimento sulla cosiddetta 'clinica degli orrori'.

Oggi è arrivata anche la seconda sentenza che pesa come un macigno. Brega Massone era accusato di omicidio volontario aggravato dalla crudeltà e di 45 episodi di lesioni. Tutti gli interventi per i pm Tiziana Siciliano e Maria Grazia Pradella erano eseguiti solo per ottenere rimborsi dal Sistema sanitario nazionale: proprio per questo motivo i magistrati avevano chiesto la condanna all'ergastolo.

Brega Massone ha avuto anche la pena accessoria dell’isolamento diurno per 3 anni, i pm ne avevano chiesti solo due e mezzo. Sentenze pesanti anche per gli altri membri dell'équipe del Santa Rita: il vice ed ex braccio destro di Brega Massone, Fabio Presicci, è stato condannato a 30 anni (l’accusa aveva chiesto l’ergastolo), mentre il terzo medico Marco Pansera, a cui sono state riconosciute le attenuanti generiche e per il quale il pm aveva chiesto 18 anni, è stato condannato a 26 anni e 2 mesi.